was successfully added to your cart.
A.Co.I. News

Mental Toughness – Campione, Talento, Intelligenza o Forza Mentale?

Mental ToughnessCosa influisce maggiormente sulla Mental Toughness di un atleta?
Qual è il segreto per arrivare a sviluppare la Mental Toughness?

Si potrebbe pensare al talento e all’intelligenza, ma le ricerche dicono che solo il 30% del successo è determinato da questi due fattori. Ciò che invece ha un grande impatto sul successo è la “Forza Mentale” o Mental Toughness.

Gli studi riferiscono che per raggiungere gli obiettivi in ogni campo della vita (salute, lavoro e sport), la Forza Mentale gioca il ruolo più importante di qualsiasi altro. Non è perciò una questione genetica (una buona notizia visto che sui geni nessuno può far nulla),  ma molto può essere fatto per lo sviluppo della Forza Mentale.

Forza, perseveranza, passione, motivazione, determinazione per raggiungere gli obiettivi nel breve e nel lungo termine. Ci vuole Forza Mentale o “grinta”, per chi ama definirla in una sola parola, non solo forza e intelligenza. In altre parole, il talento viene sopravvalutato. Sui campi di gara, in qualsiasi specialità sportiva, assisto spesso a questa verità. Partite e gare che sulla carta hanno un esito prevedibile, ottimi atleti che perdono la gara e il titolo per un “eccesso di talento” che nel tempo non ha lasciato spazio ad altre caratteristiche proprie della Forza Mentale.
E così atleti meno dotati, o come si dice in gergo “meno belli da vedere” si portano a casa delle vittorie contro ogni previsione grazie ad una maggiore forza mentale rispetto all’avversario.

In cosa consiste quindi il segreto degli atleti mentalmente forti? Semplicemente sono più coerenti rispetto ad altri! È lo stesso segreto che occorre per avere successo nella vita e nel lavoro.

Non mancano mai agli allenamenti, hanno un obiettivo chiaro a cui si dedicano quotidianamente. Non c’è nulla che impedisca loro di proseguire la marcia verso lo scopo. Si circondano delle persone giuste, favorevoli allo scopo, hanno un approccio alla pratica sportiva da professionista e non da dilettante. Ma la cosa più importante che fanno è il non sottrarsi alle responsabilità.

La buona notizia per tutti è che, a prescindere dal talento con cui si nasce, la grinta e la perseveranza possono essere migliorate, soprattutto si può essere più coerenti e sviluppare livelli elevati di Forza Mentale.

La Forza Mentale è quindi alla portata di tutti, è una qualità indefinita, teorica ed ipotetica dell’atleta, nella realtà è fatta di azioni concrete.

Non si può pensare di diventare “mentalmente duro” di punto in bianco, come per magia; per cui la Forza Mentale viene costruita attraverso piccoli successi fisici. Con una mente debole non si può essere coerenti e viceversa.

Quanti allenamenti non vengono portati a termine perché la mente comunica al corpo che è stanco?

Quanti esercizi e quante ripetizioni si interrompono prima del termine perché la mente dice al corpo che è sufficiente?

Quante partite sono finite prima del tempo perché la mente più che l’avversario ha detto al corpo “basta, non ce la fai più?”

Più del 90% delle volte che ci fermiamo è dovuto alla debolezza mentale, non del corpo al quale sono da attribuire gli stop a causa di infortuni.

L’atleta che vuole diventare mentalmente più forte non deve andare alla ricerca del maggior coraggio o del talento, ma semplicemente deve impegnarsi ad essere solo più coerente verso quelle azioni ed attività che ha individuato come espressione della propria forza mentale.

Com’è possibile sviluppare la Mental Toughness avvalendosi del metodo del Coaching?

L’atleta mentalmente forte, attraverso il lavoro svolto in affiancamento ad un Mental Coach, può sviluppare quei sistemi e quelle sane abitudini che aiutano a concentrarsi sulle cose più importanti indipendentemente dal numero di ostacoli che la vita e lo sport gli pone davanti. Le sue abitudini diventano il fondamento delle proprie convinzioni mentali e di ciò che lo contraddistingue, è il suo marchio di fabbrica. Ecco alcuni passaggi per fissare un’abitudine:

  • costruisci la tua identità;
  • metti il focus su piccoli comportamenti, non tentare trasformazioni che cambiano la vita. È come cercare di arrivare in cima alla rampa con un solo salto, ti dirai che è impossibile. Concentrati invece su ogni singolo gradino e ti troverai in cima;
  • sviluppa un allenamento che ti permetta di proseguire la tua scalata a prescindere da come ci si sente motivati;
  • dimentica i risultati negativi e quando scivoli sii veloce a rimetterti in piedi il più rapidamente possibile.

Sembrerà strano ma alla fine la Forza Mentale risiede nelle abitudini, si tratta di fare quelle cose che ognuno sa già di dover o poter fare ma con più coerenza. È dedizione alla pratica quotidiana e capacità di attenersi ad un programma.

Ogni atleta affronterà momenti in cui gli servirà un incredibile dose di coraggio, determinazione, grinta e resilienza. Nella stragrande maggioranza di essi la forza mentale sarà semplicemente il frutto dell’essere stato più coerente della maggior parte degli avversari.

Quando il gioco si fa duro, La Forza Mentale è un’arma in più.

Spissu Giovanni

 

 

Spissu Giovanni – Coach Professionista

 

 

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail